NFL, il punto dopo la decima giornata del campionato 2023

La genialità dei Browns. Allenatore pluri-vincente e 71enne offresi. I Bills vorrebbero un QB normale. Meglio calciare senza pensare. Joshua Dobbs For President!

16/11/2023 | Di Claudio_VL | Commenti: 0

Il campionato 2023 della NFL si avvia alla fase più calda: stasera si gioca la prima partita dell'11esima giornata, proviamo a fare il punto della situazione, o perlomeno a evidenziare alcune cose.

1) Nella decima giornata, sei partite sono state decise da un field goal a tempo quasi esaurito. È un record che aiuta a ricordare quanto sia importante il lavoro dei kicker, sottodimensionati, sottovalutati e a rischio costante di licenziamento per cause esterne (lo snapper che lancia male il pallone; il placekicker che lo piazza male; il vento che devia il pallone).

2) Parlando di kicker, quello dei Broncos, Wil Lutz, ha fatto una cosa interessante, quando ha calciato il field goal alla fine del secondo quarto: aveva già sbagliato un calcio per un punto addizionale dopo il TD di Courtland Sutton, aveva già calciato un field goal che era entrato per poco, e stava diventando sempre più nervoso, immagino; Broncos hanno dovuto mettere in campo il loro special team di corsa, per l'ultimo field goal, senza nessun timeout e con pochi secondi a disposizione, troppo pochi per consentire al loro QB di spaikkare la palla, Lutz ha calciato un field goal perfetto. La morale? Aver il tempo per pensare, prima di calciare la palla, non aiuta il kicker. O, per ripetere una cosa sentita spesso: QB e kicker devono avere la memoria corta, per avere successo, altrimenti rischiano di rimuginare sugli errori passati. La stessa mentalità che aiuta i portieri del "nostro" calcio.

3) Josh Allen sta regredendo ai livelli del suo primo campionato. Oppure no? Nel 2018, prima che arrivasse Ken Dorsey (licenziato ieri dai Bills), Allen aveva più intercetti (12) che touchdown (10); quest'anno ha 19 TD e 11 intercetti, è al quarto posto nella NFL per numero di yards (2.600), subisce meno sack che in passato. Pero' la squadra non gira, e perde partite che, a rigor di logica, avrebbe dovuto vincere. Con una robusta dose di corse (che renderebbero meno necessari gli eroismi di Allen), i Bills sembrano più vicini al successo, ma spesso sono prevedibili, vedi #10.

4) C.J. Stroud è arrivato, abbiamo un altro "elite QB"? Stroud sembra destinato ad ascendere alla rarefatta quota dei migliori QB della lega, di cui fanno parte Patrick Mahomes, Joe Burrow, Josh Allen e Justin Herbert, e forse anche Trevor Lawrence, in futuro.

5) Joshua Dobbs è esploso anche lui, soprattutto per la sua capacita' di assimilare rapidamente e efficacemente nuove informazioni (il contrary di Justin Fields, insomma). Considerate questo: nella pre-season era ai Browns che - geni! - se ne sono liberati, è andato ai Cardinals dove ha giocato tra bene e benino in attesa del ritorno di Kyler Murray; con Murray pronto a rientrare in campo è passato ai Vikings, dove ha sostituito l'infortunato Cousins e ha vinto due partite senza sapere gli schemi, i nomi dei compagni di squadra, e neppure la password del wifi. Praticamente un [i]plug-and-play QB[/i]. Dobbs pare destinato - perlomeno - ad una carriera da titolare competente o da riserva di lusso. Probabilmente seguita da una carriera da allenatore, visto che la testa c’è.

6) I Patriots! Che dire dei Patriots? Quando andai a vivere negli Stati Uniti, nel 2006, i Patriots erano quello che la Juventus negli anni '70 e il Milan negli anni '80 sono state in Italia: la squadra per cui la gente che non sapeva niente di quello sport tifava (oltre ai tifosi storici, ovvio). Ora, però, i Patriots sono una catastrofe apparentemente senza via d'uscita, tanto che è difficile pensare che allenatore e QB (Bill Belichick e Mac Jones) siano ancora al loro posto tra quattro mesi.

7) Il campionato di Deshaun Watson è finito, quello dei Browns forse anche. Watson si sottoporrà ad un’operazione ad una spalla, e la decisione di Browns di garantirgli la maggior parte dei salario (al contrario di come avviene di solito nella NFL) appare ora ancora più stupida di quando è stata annunciata.

I Browns hanno ipotecato casa, reputazione e argenteria per acquisire Watson, privandosi di capitale per i prossimi campionati e rovinando la propria reputazione. E non è una isolata decisione stupida: prima del campionato i Browns hanno fatto fuori Joshua Dobbs, che ora sta facendo faville coi Vikings.

Qualche anno fa i Browns e i Detroit Lions erano lo zimbello della NFL, nessuna delle due squadre sembrava capace di fare perlomeno UNA cosa giusta (simbolica l'uscita dal campo del QB dei Lions Dan Orlovsky per una safety, cosa che lo sorprese enormemente); poi i Lions hanno raddrizzato completamente la situazione, con pazienza, con Dan Campbell e con solidita' aziendale. Cose che continuano a mancare a Cleveland.

7) Sean Payton improvvisamente è di nuovo un genio. Dopo essere stati annichiliti dai Dolphins 70 a 20, i Broncos sembrano rinati. Le decisioni di Sean Payton sembrano valide, ragionevoli, e anche quelle passate inosservate qualche tempo fa (acquisire Jarrett Stidham come QB di riserva dietro a Russell Wilson) ora paiono prudenti, se non addirittura preveggenti, alla luce dell’infortunio a Deshaun Watson dei Browns (nel senso che le squadre che non hanno un buon QB come riserva rischiano di perdere ogni speranza di successo ogni volta che il loro QB viene colpito). Anche Russell Wilson se la sta cavando bene: non ha più la mobilità di 10 anni fa, ma prende decisioni razionali anche quando viene inseguito per 20 yard dietro la linea di scrimmage; e i suoi passaggi sono ancora piuttosto tesi (ergo: il braccio c’è' ancora).

8) Baker Mayfield potrebbe tornare a Cleveland? Anzi: sarebbe disposto, signor Mayfield, a tornare a Cleveland, please please please? Come ha fatto notare Conor Orr su si.com, i Browns stanno per dare a Watson il tempo di recuperare da un’operazione alla spalla, lo stesso tipo di operazione per la quale non ebbero pazienza con Mayfield, un QB molto meno costoso. Eppure, prevedibile astio a parte, Mayfield sarebbe ancora un candidato ideale per i Brown.

9) Saro' ossessionato dalla stupidita' squadra dei Cleveland Brown, ma... il coach Kevin Stefanski potrebbe essere sostituito da Bill Belichick? Belichick rischia di perdere il posto ai Patriots prima della fine del campionato; ha già allenato i Browns (1991-95), e visto che ha passato i settant'anni potrebbe non voler provare qualcosa di completamente nuovo. Stefanski non ha tirato fuori il meglio dalla sua squadra e sta per entrare nell’ultimo anno di contratto, il che rende questo momento ideale, per i Browns, per decidere se vogliono fare a meno di lui in futuro. Ma se volete trovare dei colpevoli per la situazione attuale dei Browns, rileggetevi #6.

Un programma con intelligenza artificiale ha generato quest'immagine di Bill Belichick. Belichick in giacca e cravatta? Roba mai vista, da fantascienza!

10) Infine, qualche spunto dal forum:
a) Il coach dei Bills, Sean McDermott, ha costantemente la faccia di uno a cui stanno facendo un clistere con l'aceto. Gli ci vorrebbe un gattino.
b) Josh Allen potrebbe passare ai Giants per riunirsi con Daboll, suo ex coordinatore offensivo. Ma liberarsi di Daniel Jones costerebbe troppo, ai Giants.
c) Daboll potrebbe tornare ai Bills come head coach al posto di Sean "clistere all'aceto" McDermott, una soluzione più fattibile di Allen ai Giants.
d) L'attacco dei Bills è cosi' prevedibile che farebbero meglio a scegliere le loro azioni offensive a casaccio.



Argomenti: football americano

Commenti (0)Commenta

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sette meno tre uguale...


Codici consentiti

Potrebbero interessarti...